giovedì 14 gennaio 2010

Il giorno dei 3 13 7 10 9 13 12 9

Modificato il 17/1 alle 00:36 su segnalazione dell'amico anonimo (modifiche evidenziate in giallo).


Prendo spunto dal pos del blog banfernemy
http://banferenemy.blogspot.com/2010/01/il-giorno-dello-sciacallo.html

Nel solito blog dei nemici della petroliera c'è un alto scambio di pareri tra paolo (non Attivissimo ovviamente) e il comandante

"paolo ha detto...
Non ho il minimo dubbio che il terremoto occorso ad Haiti sia di natura artificiale.
Innanzitutto perchè mai ha colpito in prevalenza la capitale Port-au-Prince ed i relativi dintorni? Ovviamente perchè il grosso della popolazione dell'isola si trova lì.


Catastrofe immane per la quale non esistono gran che rimedi. La maggior parte dei feriti e dei fratturati - forse centinaia di migliaia - è destinata a soccombere senza che sia possibile portare il minimo aiuto.


Gente,ahimè, di terza o quarta categoria la cui esistenza non vale un bottone. Li ho visti un pò di haitiani a Santo Domingo diversi anni fa e non mi hanno fatto di certo una buona impressione.


Anche le considerazioni numerologiche, a parte quelle relative alla 'depopulation' e all''ethnical cleansing' nei confronti di una popolazione disperata, depongono per l'artificialità di tale terremoto.


La data 12/01/2010 è passibile di alcune riflessioni. Ad esempio, se a tale data togliamo gli zeri otteniamo: 12-1-21 e, se consideriamo che 121 è il quadrato di 11 abbiamo già ottenuto un elemento di grande significatività.


Possiamo anche separare il 121 dal 21 e, focalizzandoci sul 21 vediamo che esso, dal momento che lo si ottiene facendo 3X7, esalta il simbolismo del numero 7. Gli Illuminati usano tale cifra per significare la morte. Moltiplicato per 3, il 7 indicherebbe dunque una mortalità prodigiosa. Il che è poi quanto s'è verificato ad Haiti.


In molti ricorderanno sicuramente l'attentato avvenuto nel metrò di Londra il 7/7/7. Anche lì i tre sette che stavano appunto ad indicare 'morte'.


Ma ovviamente si possono fare ulteriori considerazioni numerologiche alla portata di chiunque abbia voglia di cimentarsi.


13 gennaio, 2010 22:41
Straker ha detto...
Paolo, quanto hai scritto è davvero interessante!

13 gennaio, 2010 23:09"

















Allora provo a cimentarmi  anche io con i numeri.

Prendiamo il nome paolo ed associamo ad ogni lettera un numero corrispondente alla lettera n dell'alfabeto Italiano.
p = 14
a =  1
o = 13
l = 10
o = 13
Otteniamo la stringa 14 1 13 10 13

Se la moltiplichiamo il numero 141131013 per 2222 si ottiene 313593110886

Sommando al risultato il quadrato di 10854 ed il valore 7077 (notare i 7)
Sommando al risultato il quadrato di 10854 e sottraendo il valore 7077 (notare i 7)
si ottine finalmento il numero 313710913125 ovvero la stringa
3 13 7 10 9 13 12 5

Sostituendo ad ogni numero la corrisponde lettera dell'alfabeto scopriamo finalmente chi è paolo..

Oggi

Aggiorno dopo settimane di mutismo per un messaggio forse banale e scontato e certamente non comico.
Voglio solamente dire che il terribile terremoto che ha sconvolto Haiti mi rammarica moltissimo e, anche se in genere tendo a tenermi su canali più ironici, specifico sin d’ora cheMI FANNO SCHIFO tutti gli sciacalli emotivi e chi vedrà in questo la conseguenza di idiozie quali scie chimiche, complotti massonici e stermini planetari in atto. Molti diranno che quei soldi sosterranno oscuri poteri militari e di non fornire alcun aiuto economico. Queste persone sono disgustose e per quel che mi riguarda, se le loro parole convinceranno anche solo una persona a non contribuire con 1 euro che aveva voluto donare, saranno correi di una serie di morti che rei non ha, essendo dovute a cause naturali.
Alle volte la terra trema. Non è una vendetta. Non è conseguenza di nulla, se non di principi geofisici. Non possiamo farci niente, se non contribuire, anche solo in minima parte e nella quantità possibile (fosse anche niente, ma motivato da un’impossibilità e non da SCUSE IDIOTE) a sistemare le conseguenze.
Non sono ancora stato su siti complottisti per timore di quello che potrei leggere, ma se i vari Marcianò, Mazzucco, Randazzo e gente simile scriveranno una delle loro solite idiozie, stavolta non mi faranno ridere.
Scusate lo sfogo e l’argomento banale, ma stavolta ci voleva.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Sociable