sabato 20 febbraio 2010

Analisi: la parola che fa paura ai Marcianò

Tutta farina del sacco di Nico Murdock.

E' sempre così.
Appena qualcuno comincia a dire "ehi, facciamo le analisi delle scie così gliele sbattiamo in faccia ai disinformatori" scatta l'operazione depistaggio.
E si tirano fuori le solite balle ricopiate dal passato.
Si comincia col dire che alle auto mica gli si controllano i gas di scarico per vedere se la città è inquinata.. e qui già vi immagino a pensare "ma come, io li faccio controllare i gas di scarico per il bollino blu". Infatti.. ma strakkino ci prova.
Poi dicono che le ciminiere mica le controllano nel camino.. su questo non spendo altre parole, visto che ci sono persone più esperte di me, ma mi chiedo: le scale esterne e le piattaforme le hanno fatte per farci scioperare gli operai o servono per controllo?

Poi c'è la parte più bella: il cavallo di battaglia è "le scie sono chimiche perchè sono a bassa quota". Ma quando esce la questione analisi dicono che non ci sono aerei adatti ad andare oltre gli 8000 metri. A parte che ci sono, aerei tipicamente usati per portare in quota i paracadutisti, ma se le scie chimiche sono a 1500/2000 metri, bastano e avanzano anche degli ultraleggeri.

Insomma, non dovrebbe essere la prima cosa a cui devono pensare??? Campionare quante più scie possibile e fare analizzare il tutto (da più centri ogni volta, per evitare errori o altro). Se è la verità che li spinge, qualunque essa sia... perchè tutta questa paura?
Forse che sanno già????

Sincerely yours
Howling Mad



Nessun commento:

Posta un commento

E' attivata la moderazione su tutti i post più vecchi di 14 giorni.
Non c'è nessun fine censorio nel fare ciò.
Dato che il tempo è quello che è, richiederebbe troppa fatica e tempo controllare in tempi brevi cosa viene pubblicato anche sugli articoli meno recenti.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Sociable